Posizionamento sito SEO

Storia breve dei motori di ricerca moderni: l’introduzione di raffinate tecniche di indicizzazione che producono risultati di maggiore qualità

Al termine del mio primo libro di HTML (era un manuale della Apogeo) era scritto:

bene, bravi. Se siete arrivati fino a questo punto… dovreste avere il vostro sito internet pubblicato e funzionante… ma chi lo leggerà ora?

Trovare i siti internet: Evoluzione dei metodi di posizionamento SEO

(Breve storia di internet 1960-1996) Era il 1997 e non era chiara l’importanza del posizionamento di un sito internet sui motori di ricerca. Le strategie di marketing web su motori di ricerca come Altavista erano in balia degli spammer, le cui pagine si presentavano tipicamente come lunghe file di parole esca e nessuna informazione utile per i navigatori. Poi un bel giorno è arrivato il primo motore di ricerca attendibile: Google (qui alcune foto storiche dei server di Google nel 1997).

Nel 1998 due studenti dell’Universtà di Stanford presentano la tesi di Google: nuove e raffinate tecniche di indicizzazione per produrre risultati di maggiore qualità (titolo della tesi originale ancora disponibile sul sito dell’università: The anatomy of a large-scale hypertextual web search engine).

Ecco alcuni concetti essenziali estratti dalla ricerca iniziale di Brin e Page per l’Università di Stanford:

Anatomia di un motore di ricerca ipertestuale su larga scala: la legge di Moore, file system, pubblicità e la vita di tutti i giorni

Gli ipertesti sono economici (la produzione di contenuti è economica, l’indicizzazione non è costosa (legge di moore, il limite è il contenuto creato dagli umani.

l’attenzione degli esseri umani è una costante, servono nuove tecniche di organizzazione dell’informazione che usino la struttura ipertestuale

il numero di visite che ogni pagina web ottiene corrisponde al suo PageRank ideale.

Dall’avvento di Google la ricerca di informazioni e aziende sul web cambia: gli utenti trovano i siti che stanno cercando. Con Google si parla per la prima volta di PageRank cioè il posizionamento in base alla rilevanza delle fonti che linkano un contenuto, nascono società di ottimizzazione SEO e di posizionamento SEO (storia evolutiva dei mass media dal 1800 al 2009).

A differenza dell’indicizzazione siti che viene offerta come servizio gratuito dai motori di ricerca (qui la pagina di google per l’inserimento di un sito nell’indice del motore di ricerca), l’indicizzazione siti SEO è uno dei modi imprecisi di intendere il posizionamento SEO.

Scrivere i moderni siti internet “trovabili” equivale a rincorrere la costante evoluzione delle tecniche di indicizzazione dei motori ricerca, sempre più raffinate e legate al significato (vedi anche semantica). Il motore di ricerca effettua una selezione tra tutti i contenuti conosciuti e crea una classifica (o ranking) per ognuna delle parole chiave immesse dagli utenti che effettuano una ricerca. Gli algoritmi che fanno parte dell’architettura software dei motori di ricerca si occupano di selezionare costantemente nuovi contenuti confrontandoli con materiali già presenti nel loro archivio di ricerca. La pratica del produrre posizionamenti di qualità tra tutti i siti internet indicizzati viene detta ottimizzazione per i motori di ricerca.

Algoritmi quantistici e probabilità

Dal 2009 Google sta studiando e applicando algoritmi in grado di predire con una certa soglia di affidabilità ciò che si verificherà nel futuro immediato, basandosi sulle ricerche effettuate dagli utenti del motore di ricerca stesso (rif. Apprendimento automatizzato con algoritmi quantistici e quantum adiabatic algorithms ).

Chi compra… prima cerca

Abbiamo imparato che una persona che sta cercando, ha una propensione all’acquisto fortissima, nemmeno paragonabile alla possibilità di acquisto di un utente che viene colpito da un messaggio pubblicitario che non interessa, in un momento casuale della sua giornata.

E il mercato piano piano cambia, dal rincorrere i punti in cui le persone guardano (cartelloni, spot tv…) all’essere presenti quando una persona sta cercando il nostro prodotto. Il posizionamento necessario perchè un sito abbia visibilità è tra i primi 3 risultati del motore di ricerca.

Ogni parola chiave cercata dai nostri possibili acquirenti genera dei risultati indipendenti dalle altre: è necessaria una analisi seo dei contenuti per organizzare le informazioni in funzione del posizionamento.

I motori di ricerca, al raffinarsi delle tecniche di categorizzazione e valutazione impiegate durante l’assegnazione delle posiziotemponi hanno guadagnato una certa autorevolezza percepita da parte degli utenti. Nel caso di valutazioni di autorevolezza da parte dei motori, si parla di referenziamento sui motori di ricerca. Dal 2009 Google ha anche iniziato a consentire l’inserimento gratuito di annunci per attività locali, che vengono pubblicati su Google Maps su richiesta degli utenti finali, e si aggiungono a tutti i metodi gratuiti di inserimento di siti internet su Google.

Il ritorno dell’investimento

(vedi ROI e PPC su wikipedia)

Nello schema sotto vediamo una ricerca condotta presso Advertisers Worldwide (dicembre 2006): viene chiesto agli esperti di marketing quale tra i vari mezzi pubblicitari venga considerato il migliore per ritorno dell’investimento (ROI). Notiamo primo posto l’advertising a pagamento sui motori di ricerca e al secondo posto il posizionamento SEO organico (cioè rendere un sito presente nella parte sinistra di Google, che consiste nel far guadagnare posizioni per i risultati dei collegamenti non sponsorizzati).

posizionamento sito seo e strategie di marketing su web

La strategia di posizionamento del sito

La strategia di posizionamento per Google (e per i motori di ricerca moderni) tende a frammentare i contenuti in molte pagine di atterraggio per gli utenti in arrivo dai motori di ricerca. Le landing pages del sito da posizionare sono costruite attorno ad alcune famiglie semantiche di parole chiave in modo che il sito web venga poi esaminato nei suoi contenuti, tenendo conto della strategia di posizionamento, sito che risulta quindi nelle prime posizioni per una determinata parola chiave.

Avere un sito con un buon posizionamento di parole chiave pertinenti ai prodotti e servizi venduti ha una resa superiore (ROI) a tutti gli altri metodi pubblicitari. Così Google ha aperto AdWords il suo servizio di annunci a pagamento, mentre per il posizionamento di siti su risultati organici propongo consulenze Seo.

Posizionamento sito: investimenti

I metodi di posizionamento SEO sono un buon canale di investimento per l’aumento delle visite generate dai motori di ricerca in caso di pubblicazione di contenuti di qualità e semanticamente completi. Sul lungo periodo infatti gli investimenti che prediligono le tecniche di indicizzazione comprendenti ottimizzazione SEO organica continuano a dare buoni risultati nel tempo. Le informazioni che un sito internet fornisce vengono considerate maggiormente attendibili dai motori di ricerca solo quando viene notata la creazione di contenuti per il web nuovi e originali (non duplicati da altri siti) che siano anche costantemente aggiornati e di gradimento per i visitatori dei siti web.

Contatti per informazioni sul posizionamento Google di un sito SEO

contatti posizionamento sito seo

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Il tuo messaggio

quiz anti pubblicità: