gli idle game ed il gioco della vita – Click click click…

Che i giochi servano per “allenarsi alla vita” non è un segreto. Che i videogiochi siano la frontiera del gioco ed anche “qualcosa in più” idem. Nei flashgame fiorisce quella cultura indipendente che non ha voglia di aspettare le produzioni milionarie dei giochi mainstream, e così ogni tanto nasce anche un genere nuovo. Avventura, Azione, FPS, Puzzle, sono solo alcuni “tipi” di videogiochi (è come per la letteratura, saggistica, romanzi, papier scientifico, ecc.)

Per esempio FTL ha inventato un nuovo tipo di puzzle game che prima non esisteva e ci ha messo un’ambientazione fantascientifica.

cookie clicker

cookie clicker

 

Qualche mese fa ho scoperto i primi idle game, all’inizio sembrava il classico gioco in cui si cerca l’upgrade a tutti i costi, dopo poco però i conti non mi tornavano, continuavo a giocare anche senza ottenere upgrade, e continuavo a giocare pur sapendo che non sarebbe successo nulla.

In questi giochi di attesa infatti, la storia è quella della nostra vita, il tempo di gioco è il tempo della nostra vita che consapevolmente stiamo dedicando a qualcosa che non è vita, è altro, non solo divertimento, dico proprio “altro”.

Nel mio caso, trovo gli idle game geniali perchè in fondo sono giochi che si risolvono da soli, al giocatore non è chiesto di essere particolarmente bravo o astuto, il gioco comunque si vincerà da solo entro un milione di anni.

Al giocatore viene chiesto di provare ad accelerare i tempi, facendo alcune scelte è possibile ottimizzare i tempi in cui si potranno raggiungere certi obiettivi, ed i tempi non sono i tempi della narrazione nel gioco, sono sempre e comunque i secondi di vita del videogiocatore. In poche parole la continua corsa all’eliminazione dello stress del giocatore (vi ricordate quando ai videogiochi del bar si stava giocando l’ultima “vita”, delle ultime 500 lire?)

In un certo senso quindi il premio degli idlegame non è solo soddisfazione per aver battuto il gioco, o per aver scoperto una trama avvincente o aver battuto altri videogiocatori. Il premio diventa il tempo della propria vita che non si è impiegato nel gioco. In un certo senso, si potrebbe vincere un idlegame anche semplicemente smettendo di giocare.

se invece volete iniziare, questi sono alcuni:

Categoria: giochini e videogiochi. URL permanente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *